Come scegliere il tappeto perfetto

scegliere tappeto perfetto

Quando si parla di tappeti ci si riferisce a un vero e proprio elemento d’arredo capace di conferire alla stanza un tocco di personalità aggiuntivo. Scegliere la tipologia di tappeto migliore da inserire nella propria casa non è poi così semplice, considerato il fatto che le nostre idee possono essere in contrapposizione con lo stile adottato.

Consigli utili per scegliere il miglior tappeto per casa

La cosa più importante a cui bisogna prestare attenzione durante l’acquisto di un tappeto è la misura, accompagnata dal nostro gusto più personale.

Se decidiamo di comperare un tappeto, la prima cosa che notiamo è il colore: dobbiamo essere certi che si adatti con il resto della mobilia già acquistata e, per questa ragione, viene definito un elemento d’arredo secondario, poiché inserito solo in una fase successiva.

In commercio esiste un’ampia gamma di tappeti pronti all’acquisto, alcuni dallo stile più moderno e dai toni neutri, altri ancora dallo stile persiano e dall’impronta più classica e marcata.

Anche il costo ha la sua importanza, poiché ci sono prezzi differenti per ogni tipologia di tappeto presente in commercio e spetterà solamente a voi stabilire quale sia l’articolo migliore, in base al budget a disposizione.

Analizzando la situazione secondo un punto di vista attuale, la maggior parte dei tappeti è taftato: ciò significa che andremo incontro a una sorta di moquette lussuosa, ma decisamente economica rispetto al tappeto annodato.

Ciò che contraddistingue questi tappeti, oltre alla convenienza, è la possibilità di poterli personalizzare a proprio piacimento, sia per quanto riguarda le tonalità da adottare che per quanto concerne le dimensioni.

Ci troviamo di fronte ad articoli di facile manutenzione, poiché possono essere puliti attraverso prodotti specifici per moquette; inoltre, possono essere lavati a secco e, di conseguenza, non sono indicati per la stanza da bagno.

I tappeti taftati non durano per sempre, massimo 10 anni, mentre invece un tappetto annodato può durare per sempre.

come scegliere tappeto perfetto

Quando si decide di acquistare un tappeto è basilare valutare la sua qualità e, per questo motivo, cercate sempre di guardare il retro prima di qualsiasi decisione.

Analizzando questo lato, potremo capire se si tratta di un tappeto annodato oppure taftato; in quest’ultimo caso, il retro potrebbe essere realizzato in tessuto o da una rete con resina, mentre nel primo caso sarà possibile notare dei nodi fitti e definiti con pattern frontale preciso e speculare.

Dal punto di vista geografico, i paesi considerati maggiori produttori di questi articoli sono il Marocco, la Turchia e la Persia, soprattutto per quanto riguarda i tappetti annodati.

Uno dei pregi più importanti di questa tipologia di tappeto è duro lavoro praticato per poterli creare, poiché per realizzarne uno sono necessari circa tre mesi: secondo le statistiche, sarebbero ben cinque le persone impiegate, con otto ore di lavoro giornaliere.

Per valutare il tipo di filo impiegato per la creazione di un tappeto, è necessario consultare la scheda del prodotto, la quale fornirà dettagli importanti anche in merito alle origini, ai materiali e alla tintura sfruttata.

Detto questo, cerchiamo di capire quale sia il tappeto migliore in base agli ambienti della nostra casa.

Lo zerbino viene classificato come tappeto, anche se solitamente di piccole dimensioni e collocato fuori dalla porta d’ingresso.

Anche in questo caso è giusto valutare tutte le sue caratteristiche, ma sicuramente i dettagli più curati vanno ricercati per le soluzioni che si immetteranno nella dimora.

Per quanto riguarda il salotto, è possibile scegliere tra tappeti di forma rettangolare o a mezzaluna.

La collocazione migliore è di fronte al divano, ma prima di decidere è opportuno valutare gli spazi a disposizione.

Alcune persone preferiscono sistemare il tappeto al centro della stanza, tra i divani e i mobili per la televisione, mentre altre preferiscono collocare il divano sopra di esso, forse per conferire un’atmosfera più elegante e raffinata al resto della stanza.

Anche per la camera da letto dobbiamo fare lo stesso discorso: c’è chi preferisce posizionarlo davanti al letto e chi al di sotto.

Il bagno merita un’attenzione particolare, poiché dovrete scegliere un tappeto che si adatti all’umidità: via libera a prodotti che s’intonino con le pareti e i tessuti.

Come accennato all’inizio del post, scegliere il tappetto perfetto non è un’impresa facile, ma grazie ai nostri suggerimenti potrebbe diventare un piacevole passatempo, considerato il fatto che i criteri base da seguire sono stati tutti spiegati.

 


Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e se vuoi lascia un commento in fondo alla pagina!


Unisciti a FaceHome!

Ti piacerebbe ricevere via email periodicamente e GRATUITAMENTE buoni sconto, coupon, news per la casa, l'ufficio, il negozio e non solo?

Iscriviti tramite il form sottostante e ottieni subito il tuo primo coupon di sconto per gli acquisti di casa!

 

Inserisci il tuo nome e la tua migliore email
(niente spam, lo odiamo quanto te)


(le immagini contenute nell'articolo sono state reperite in rete, qualora le stesse andassero a ledere eventuali diritti di proprietà basterà comunicarcelo e provvederemo a rimuoverle oppure a citare come fonte il titolare di tali diritti)