Come progettare una cucina modulare

progettare cucina modulare

Esistono tantissime tipologie di cucina in commercio, ma oggi vi spiegheremo come progettare una cucina modulare in modo facile e veloce. In questo articolo vi forniremo le linee guida essenziali che vi consentiranno di progettare la vostra stanza come meglio preferite, secondo gli standard dimensionali a cui si adattano i produttori europei.

Questa semplice guida vuole dare un'idea di massima sulle operazioni da eseguire per abbozzare un progetto in modo autonomo di una cucina che servirà quando si decide di acquistarla oppure sostituire la preesistente, al fine di permettere al rivenditore di fornirci un preventivo indicativo di spesa.

Vi serviranno un foglio a quadretti, una matita e un metro: niente di più semplice.

Cominciamo: per prima cosa dovrete misurare la parete dove desiderate ubicare la cucina.

Per fare questo, dovrete considerare che una semplice cucina lineare, capace di contenere tutto ciò che occorre, misura indicativamente circa 330 centimetri ma possono essere ridotti anche a 300 o a 270.

È molto importante che osserviate con attenzione la parete, poiché se stretta tra due muri laterali vi obbligherà a progettare una cucina che possa riempire tutto lo spazio disponibile, lasciando pochi margini liberi a disposizione.

Come sicuramente saprete, i rivenditori di cucine forniscono quasi sempre un preventivo qualora non sia disponibile un progetto, riferendosi esclusivamente alle pareti da destinare all’uso.

Se invece sarete voi a proporre il vostro progetto personale prima dell’acquisto, potrete valutare i vari prezzi proposti dai commercianti, scegliendo la soluzione che più si addice alle vostre esigenze.

Ricordate che anche la profondità deve essere valutata con attenzione e, solitamente, si aggira intorno ai 60 centimetri.

Passiamo ora ai mobili che fanno parte della vostra cucina componibile: solitamente sono piuttosto larghi e possono essere anche in alcuni casi numerosi, spesso vincolati ad attrezzature da cucina ed elettrodomestici.

Quasi tutti i moduli che andrete ad utilizzare presenteranno misure tra 45, 60 e 90 centimetri, almeno per i tre moduli più importanti di cui non potrete fare a meno, ma c’è da considerare il fatto che due componenti potrebbero avere misure anche di circa 15/30 centimetri.

Quasi tutti gli elettrodomestici occupano almeno 60 centimetri: stiamo parlando di forno, frigorifero, fornelli, lavastoviglie e, in alcuni casi, lavatrice.

È possibile trovare lavastoviglie di 45 centimetri e forni da 90 centimetri, ma solo in casi particolari.

come progettare cucina modulare

Il mobile da sistemare sotto il lavello e quello superiore dove sistemare i piatti è di circa 90 centimetri. Per i cassetti, l'ideale è scegliere un modulo da 45 centimetri.

Una volta scelti tutti i componenti necessari per la tua cucina, potrai decidere come sistemarli al meglio disegnando il tutto su un foglio a quadretti.

Prima di disegnare la vostra cucina, dovrete tenere conto del fatto che il frigorifero dovrà essere collocato ad un’estremità della composizione, i fornelli non devono essere sistemati accanto al frigorifero e il lavello dovrà disporre di uno spazio maggiore rispetto al mobile situato sottostante.

Se il risultato finale del vostro progetto è superiore alla norma, potrete usare dei moduli da 80 e da 40 centimetri al posto di quelli da 90 e da 45 centimetri.

Se anche questa soluzione non dovesse bastare, dovrete ricorrere a soluzioni compatte.

Se il vostro progetto è di piccole dimensioni e non c’è la possibilità di inserire un modulo essenziale, dovrete optare per una fascia di chiusura a lato del frigorifero.

Inoltre, è fondamentale effettuare delle verifiche nei confronti degli impianti, poiché nella maggior parte dei casi rappresentano un problema se sono già presenti e non si ha voglia di intervenire con l'ausilio di esperti per modificarli.

È molto importante disporre di prese di corrente idonee per frigorifero, cappa aspirante, lavatrice, congelatore, lavastoviglie, piano cottura e forno.

È bene tener conto del fatto che lo scarico e gli attacchi idraulici sono posizionati in corrispondenza dell'elemento lavello.

Il gas dovrà essere collegato al piano cottura, mentre la cappa dovrà essere munita di un foro apposito per l’eliminazione di fumi, vapori e odori sprigionati dalla cottura dei cibi.

Se il tutto sembra complicato, guarda i nostri servizi e contattaci, lasciando che i nostri professionisti progettino la migliore soluzione per la tua cucina.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network e se vuoi lascia un commento in fondo alla pagina!

 

 

Cerchi idee e soluzioni progettuali? FACEHOME è INTERIOR DESIGN ONLINE!

 

Se hai bisogno aiuto e necessiti di consulenza su come arredare e/o ristrutturare il tuo immobile, con FACEHOME potrai ottenere un progetto personalizzato sviluppato dal nostro miglior professionista!

Vedrai, grazie alle nostre immagini in 3D fotorealistiche, come si presenteranno gli ambienti della tua "nuova casa" ancora prima di cominciare i lavori o di acquistare elementi e complementi d'arredo...

Il tutto online quindi senza eseguire un sopralluogo!

Guarda gli esempi dei nostri progetti e scegli il pacchetto che meglio rispecchia le tue esigenze... per qualsiasi informazione contattaci!

 

 

... ora una SORPRESA per te!

 

Ti piacerebbe ricevere via email periodicamente e GRATUITAMENTE buoni sconto, coupon, news per la casa, l'ufficio, il negozio e non solo?

Iscriviti tramite il form sottostante e ottieni subito il tuo primo coupon di sconto per gli acquisti di casa!

 

ISCRIVITI GRATIS in pochi secondi inserendo il tuo nome e la tua migliore email!

 

 

 

(le immagini contenute nell'articolo sono state reperite in rete, qualora le stesse andassero a ledere eventuali diritti di proprietà basterà comunicarcelo e provvederemo a rimuoverle oppure a citare come fonte il titolare di tali diritti)