La Corretta Pulizia per il Tuo Infisso

Contenuti[Nascondi]

Vuoi sapere quali prodotti utilizzare per una corretta pulizia della finestra senza danneggiare il suo materiale di rivestimento? Sei al posto giusto nel momento giusto.

Alluminio, legno e PVC: quali agenti chimici utilizzare per una corretta pulizia della tua finestra

La casa è il luogo in cui passi la maggior parte del tuo tempo e dove condividi i momenti più belli con i tuoi cari o con i tuoi amici.

Se pensi alla parola “casa” non immagini solo porte, tetti o finestre, ma visi, odori, esperienze e scene di vita quotidiana.

Un luogo tanto importante ha bisogno di cure pratiche per esprimere al meglio il proprio reale valore, anche nella sfera affettiva.

Quali sono, allora, le azioni da eseguire per creare un ambiente domestico che rispecchia il tuo carattere e la tua personalità?

Sono proprio loro, le noiose pulizie domestiche, quelle monotone attività da fare almeno una volta a settimana per consentirti di vivere in armonia con te stesso e con chi viene a farti visita.

pulizia infissi

Fare le pulizie allunga la vita: parola dello scienziato!

Sembra un paradosso, ma non lo è: pulire, per quanto possa essere pesante, è un’azione che genera benessere non solo fisico ma anche mentale perché, come detto prima, un ambiente domestico pulito e riassettato favorisce la serenità di chi si muove al suo interno.

Il primo step inizia con la pulizia degli infissi delle finestre

pulizia finestre

Che siano in legno, in PVC o in alluminio, i materiali che rivestono l’infisso della tua finestra o porta finestra devono essere trattati con i giusti detergenti chimici, perché nel tempo potrebbero nascere piccoli problemi legati all’usura del materiale.

Come pulire un infisso in alluminio

Se possiedi una casa poco luminosa, solitamente la soluzione migliore è quella di installare degli infissi in legno alluminio minimal con profili riodotti.

Questo materiale, molto resistente, è composto da traverse e da montanti che riescono a sopportare il peso di una vetrata più ampia, applicata con lo scopo di creare una maggiore luminosità agli ambienti.

Pulire un infisso in alluminio è estremamente semplice, tutto quello di cui hai bisogno è:

  • Un panno soffice,
  • Acqua,
  • Detersivo per i piatti.

Il detersivo funge da sostanza tensioattiva, ovvero, in chimica, una materia che ha la proprietà di eliminare lo sporco presente su una superficie.

Lo sporco, che può manifestarsi anche sotto forma di macchie di olio o di unto, viene eliminato per mezzo di un panno soffice che viene passato delicatamente sui montanti.

Attenzione a non utilizzare prodotti costituiti da agenti chimici che potrebbero essere aggressivi per l’alluminio o tessuti costituiti da fibre ruvide perché potrebbero danneggiare la superficie della finestra.

Come pulire un infisso in legno

Se invece la tua casa è arredata secondo uno stile tradizionale e classico il materiale con cui sono costruiti i tuoi infissi è sicuramente il legno.

Essendo un materiale vulnerabile alle intemperie, il legno richiede una cura costante nel tempo.

Per questo è necessario includere operazioni di manutenzione che comprendono:

  • La verniciatura,
  • L’aggiunta di sostanze speciali,
  • Le colorazioni,
  • I trattamenti specifici.

Se sulla struttura della finestra in legno è presente della sporcizia, bisogna intervenire applicando delle soluzioni chimiche non aggressive.

Un esempio è il prodotto specifico Sayerlack Detergente neutro HT8011 che, con la sua azione sgrassante, elimina polvere, smog e depositi di vario genere da infissi, serramenti, staccionate, chalet, gazebo e altri manufatti in legno.

Per rigenerare il film di vernice presente sul legno è possibile utilizzare il Sayerlack HH 8012 che lascia una sottile pellicola trasparente e dona tono ed elasticità alla vernice.

Questo è un prodotto specifico non aggressivo ad azione ritonificante.

Come pulire un infisso in PVC

Per pulire un infisso in PVC bastano pochi accorgimenti, perché questo materiale è estremamente resistente e non richiede una manutenzione particolare.

In commercio, esistono diversi prodotti utili per la pulizia periodica del PVC quali spray, creme, detergenti presenti in diverse concentrazioni chimiche, in modo tale da rimuovere anche lo sporco più ostinato senza danneggiare la superficie.

Invece, i prodotti da evitare assolutamente sono la candeggina, l’alcol e il getto d’aria a pressione, soluzioni che possono solo alterare lo strato superficiale di rivestimento.

Un esempio di prodotto da utilizzare per la pulizia degli infissi in PVC è il detergente Rehau, disponibile per profili bianchi e verniciati, e profili rivestiti.

Tale detergente garantisce negli anni la conservazione della superficie del telaio donando elasticità e brillantezza.

È fondamentale prendersi cura delle finestre, ma è ancora meglio se decidi di acquistare la qualità per gli infissi di casa tua.

Sul mercato sono presenti diverse aziende che realizzano serramenti di differenti tipologie e materiali.

Un esempio è Fabbro Bruno che da quasi 70 anni studia le migliori soluzioni d’installazione e assiste il cliente nell’ampia scelta delle diverse proposte di infissi.